La gestione smart dell’energia si ripaga

In veste di fornitore completo per la misurazione, il conteggio e il monitoraggio di acqua ed energia NeoVac esegue gli allacciamenti di energia elettrica, energia solare, calore, acqua ed elettromobilità in edifici e in intere aree. Novaron AG sfrutta le sinergie nella gestione dell'energia per la sua edificazione nella Bettenstrasse a Rebstein. In questo modo, rifornisce di energia l'intero oggetto, individua il potenziale di ottimizzazione attraverso la registrazione continua delle singole utenze e mostra ai suoi utenti i costi di acqua ed energia in una sola bolletta.

Gli immobili rappresentano circa il 50% del consumo energetico totale della Svizzera. È quindi necessario migliorare l’efficienza degli edifici in futuro. L'edilizia sostenibile richiede alla tecnologia degli edifici molto più che l'uso di modernissimi componenti e sistemi. Le risorse devono essere utilizzate con maggiore efficienza e quindi con più parsimonia, mentre allo stesso tempo l'impatto ambientale deve essere ridotto al minimo. NeoVac è in grado di soddisfare queste complesse richieste ed è il partner ideale con la sua gamma completa
e i suoi eccezionali servizi.

La gamma completa di prodotti per la misurazione, il conteggio e il monitoraggio di acqua ed energia è stata decisiva per l’aggiudicazione del contratto a Novaron AG. Il messaggio «Tutto da un’unica fonte», con l'accento sull'uso intelligente e rispettoso delle risorse dell'energia negli edifici, è diventato uno degli argomenti di vendita più importanti nella tecnologia degli edifici.

Il sistema multi-energia di NeoVac: tutto da un’unica fonte

Il concetto architettonico della nuova edificazione della Bettenstrasse a Rebstein si basa sull'aggiunta di tre case multifamiliari, ciascuna composta da due piani e un attico con tetto piatto. Gli edifici, con il loro carattere moderno e senza tempo, grazie all’esposizione ottimale verso sud-ovest garantiscono eccellenti condizioni di luce solare fino alle ore crepuscolari. Questo li rende perfetti per la combinazione con un sistema fotovoltaico, che è un elemento centrale del concetto energetico dell’oggetto.

Un «raggruppamento per il consumo proprio» fa sì che l'elettricità solare autoprodotta, fornita dall'impianto fotovoltaico dell'immobile, venga consumata in via prioritaria nell'edificio. Il controllo smart delle varie utenze elettriche ottimizza ulteriormente il consumo proprio. In questo modo le utenze allacciate si accendono automaticamente appena vi è una quantità eccessiva di energia solare e solo l'energia in eccesso viene immessa nella rete. Infatti, per gli impianti fotovoltaici in Svizzera fa fede quanto segue: il consumo proprio è ecologico ed economicamente più interessante rispetto all'opzione di immettere l'elettricità in eccesso nella rete pubblica a fronte di una remunerazione.

Gli utenti dell'edificio della Bettenstrasse possono così ridurre la loro bolletta elettrica in modo mirato e, nel contempo, fare qualcosa di utile per l'ambiente. Per Novaron AG questo significa non solo un valore aggiunto per il loro immobile, ma anche una maggiore indipendenza dalla rete e un maggiore ritorno sugli investimenti grazie alla vendita attiva di elettricità e al massimo grado di consumo in proprio.

Pronti per la mobilità di domani

Anche la crescente affermazione dell'elettromobilità pone Novaron AG di fronte a nuove sfide. I locatari e i proprietari per piani posseggono sempre più spesso veicoli con unità elettrificate e hanno bisogno di strutture di ricarica. Per esempio, il parcheggio sotterraneo dell'edificio è stato dotato di un nastro piatto continuo ed è stata installata l'infrastruttura di ricarica scalabile della NeoVac. La gestione del carico integrata e dinamica assicura sempre una sufficiente disponibilità di energia per gli appartamenti. Il sistema NeoVac garantisce anche
che l'energia in eccesso fluisca nelle auto e che la rete non venga sovraccaricata. I residenti possono avviare e fermare la ricarica sia con la scheda RFID sia con l'applicazione per smartphone «NeoVac myCharge».

alla panoramica