Nuovo impianto fotovoltaico messo in ­funzione presso la sede centrale

NeoVac coprirà circa l'80 % del proprio fabbisogno elettrico con energia solare di propria produzione

Gli impianti fotovoltaici (IFV) sono un elemento ­fondamentale in Svizzera, in grado di prendere le ­distanze dalle fonti di energia fossile in futuro. Questo obiettivo è stato adottato dal popolo svizzero con la "Strategia energetica 2050". Naturalmente raggiungiamo la neutralità non solo con gli IFV. Per questo, devono essere risolte anche le questioni ­relative allo stoccaggio di energia stagionale o alle fonti alternative di energia in inverno. Perché chiunque osservi il corso di una produzione annuale di energia fotovoltaica, vedrà che nei mesi invernali crolla massicciamente e addirittura si ferma durante una nevicata. Tuttavia, siamo convinti che l'elettricità prodotta dagli IFV sarà la base delle nostre soluzioni future. Pertanto, come gruppo NeoVac, vogliamo ­apportare il nostro contributo con le superfici di copertura a nostra disposizione.

NeoVac Hauptsitz

Energy Payback Time
Uno sguardo più attento ai materiali richiesti per i ­moduli fotovoltaici mostra che questi ultimi sono ­prevalentemente realizzati con materiali ecologici. Ad esempio, le celle solari e il vetrino sono composti ­principalmente da sabbia di quarzo e silicio da essa ­estratto. Il bordo è in alluminio e i binari sono in rame. Questi materiali possono essere riciclati alla fine del loro ciclo di vita. Inoltre, il silicio è l'elemento più ­abbondante nella crosta terrestre esterna dopo l'ossigeno, quindi non c'è carenza di risorse per questa tecnologia.Se si considera ora il cosiddetto Energy ­Payback Time, ovvero il rapporto tra il fabbisogno di energia per la produzione di un modulo fotovoltaico e il tempo necessario al modulo per generare nuovamente questa potenza, passano solo 3-4 anni. Questo a fronte di una durata di ben oltre 20-30 anni. Si ottiene così più energia rispetto a quanto fosse necessario per la ­produzione.

Copertura per autoconsumo nella sede centrale di NeoVac
In primo luogo, volevamo che il nostro attuale consumo di energia, nella sede principale di Oberriet, nel bilancio annuale fosse coperto interamente con elettricità prodotta con impianti fotovoltaici. Abbiamo testato tutte le nostre superfici di copertura e siamo giunti alla conclusione che potevamo espanderne una di circa 2300 m². ­Abbiamo quindi deciso di dotare l'intera area di moduli fotovoltaici. I moduli selezionati hanno una potenza di picco di oltre 320 watt per 1,6 m². Ciò si traduce in una potenza totale di 442 kWp sui nostri tetti. Tuttavia, ­nonostante questa piena espansione, con una tecnologia all'avanguardia, abbiamo bisogno di più energia di quella che l'impianto può fornire con oltre 434.000 kWh all'anno. In futuro, quindi, faremo affidamento anche in minima parte sull'energia idroelettrica, in modo che NeoVac possa coprire completamente il proprio fabbisogno energetico con energia a basse emissioni di CO² presso la sede centrale di Oberriet.

Colonnine di ricarica per veicoli elettrici
Le auto elettriche stanno lentamente ma inesorabilmente guadagnando terreno. Per noi, questo significa che, nel medio termine, le stazioni di ricarica troveranno il loro posto anche nei parcheggi delle abitazioni plurifamiliari. Per poter misurare, fatturare e visualizzare in modo corretto tutti i flussi di energia rilevanti di un ­edificio in futuro, realizziamo le nostre prime stazioni di ­ricarica nei parcheggi dei clienti davanti alla reception. Da un lato, questo ci consente di testare ed espandere il nostro know-how in loco e, dall'altro, i nostri clienti ­beneficiano di un'opzione di ricarica aggiuntiva per le auto elettriche quando si trovano a Oberriet.Affinché le stazioni di ricarica possano essere utilizzate ampiamente, dall'inizio del 2020 il nostro parco macchine avrà il suo primo veicolo completamente elettrico a disposi­zione. Come piccolo vantaggio e per una guida ancor più confortevole di questa auto, la stazione di ricarica funzionerà, in condizioni normali, utilizzando le eccedenze del fotovoltaico. Ciò significa che questa auto elettrica funziona del tutto a energia solare. Quindi, in conclu­sione, il bilancio di CO² rispetto ai motori a benzina e diesel convenzionali risulta positivo.

Visualizzazione con NeoVac myEnergy
Integriamo il nostro showroom nell'area della reception per i nostri clienti con una panoramica della nostra struttura. Per fare ciò, riporteremo anche i vantaggi della nostra nuova app NeoVac myEnergy, direttamente con il consumo di energia e acqua, nonché i rendimenti del fotovoltaico delle nostre sedi aziendali. La nuova app funziona su un tablet di grandi dimensioni, quindi può anche essere gestita in modo interattivo.

alla panoramica