TISSOT ARENA, Bienne

Sistemi di misura di NeoVac ATA SA

Negli ultimi 2 anni la NeoVac ATA SA ha fornito contatori di calore statici tipo Superstatic e diversi contatori dell’acqua meccanici fi no a DN 125. Tutti i dispositivi sono collegati a un sistema bus. Un altro aspetto positivo è che i contatori di calore impiegati sono stati prodotti nella stessa regione.

A Bienne, la più grande città bilingue della Svizzera, sorge questo straordinario centro per eventi, sport, cultura e shopping: la TISSOT ARENA. Negli ultimi anni la NeoVac ATA si è guadagnata un’ottima reputazione con l’installazione della tecnica di misura del gas e dell’acqua nei centri sportivi. Per questo motivo abbiamo potuto fornire e mettere in funzione i nostri prodotti anche a Bienne.

Avanti negli anni

Più che centenario, il vecchio e leggendario stadio di Bienne aveva indubbiamente fatto il proprio servizio. La fatiscente tribuna era stata realizzata secondo il vecchio sistema edilizio ed era persino a rischio di crollo. Anche il campo da hockey su ghiaccio costruito nel 1973 aveva da tempo bisogno di risanamento. I centri sportivi si trovavano inoltre in mezzo a quartieri residenziali ed erano spesso causa di lamentele per il rumore e il traffi co.

Il più grande investimento di Bienne

A Bienne urgeva quindi costruire un moderno centro polisportivo. Questo nuovo gioiellino si trova al centro delle principali arterie del traffi co, in posizione vantaggiosa per la circolazione. L’EHC Bienne e il FC Bienne dispongono ora di infrastrutture moderne al passo coi tempi. Sono sorti un nuovo stadio del ghiaccio, con un campo esterno, in grado di ospitare 6’500 spettatori, e uno stadio da calcio moderno con una capacità di 5’200 posti. Non poteva mancare un palazzetto per il curling, con sei piste e quattro ulteriori campi per sport all’aperto. La TISSOT ARENA è costata 77 milioni di franchi. È il più grande investimento singolo nella storia della città degli orologi. Degno di nota è anche il fatto che la nuova arena ha il più grande e potente impianto solare della Svizzera.

Pronto nell’arco di 2 anni e mezzo

Il 20 dicembre 2012 è stato dato il primo colpo di vanga, a fi ne 2015 il centro è stato consegnato pronto per l’uso. Nel complesso sono stati costruiti anche diversi ristoranti e una piazza pubblica multifunzionale coperta con una superfi cie di circa 4’200 m². Fino al febbraio 2015 il complesso polisportivo si chiamava Stades de Bienne. I diritti sul nome sono nel frattempo passati alla fabbrica svizzera di orologi Tissot, che appartiene al Swatch Group. Anche il

Panoramica di riferimento