NeoVac Guida  all’E-Mobility

Il percorso verso la stazione di ricarica negli immobili

Cosa bisogna tenere presente nella pianificazione e nella gestione di una infrastruttura di ricarica? Quali punti devono tenere presente i locatari e le locatarie nonché i condomini e le condomine? Cosa s’intende con gestione del carico?

Le risposte a queste e ad altre domande sono disponibili nella guida sull’elettromobilità di NeoVac.

Scarica ora

Di chi è la competenza?

Chi decide di acquistare un veicolo elettrico pensa anche a una possibilità di ricarica in casa. Quali sono i punti ai quali inquilini e proprietari per piani devono prestare attenzione?

Inquilini

Sarà il proprietario o l’amministrazione dell’immobile a decidere se la stazione di ricarica può essere allestita a casa in garage o nell’area di parcheggio. Chi debba pagare l’installazione sarà oggetto di trattativa. In ogni caso il proprietario può chiedere all’inquilino una quota proporzionale di partecipazione alle spese. In linea di principio il proprietario non è tenuto a realizzare una struttura di ricarica in garage o nell’area di parcheggio (art 256 CO).

Proprietari per piani

Nella proprietà per piani il percorso deve sempre passare attraverso l'assemblea dei proprietari perché un posto auto che viene assegnato nel garage sotterraneo solo con la segnaletica orizzontale non comporta diritti speciali. In questo caso il consenso dei proprietari è obbligatorio. Suggerimento: una preparazione trasparente con l'aiuto di un esperto aumenta significativamente le possibilità di successo. Bisogna anche chiarire se il proprietario mantiene il controllo generale dell'impianto o solo quello dell'impianto di base. 

Importante!
Il prelievo di elettricità nelle aree di parcheggio o nei garage deve essere concordato in anticipo con il proprietario, perché riguarda l’elettricità comune.

Tempo di ricarica e fabbisogno di energia?

I veicoli elettrici devono essere caricati in una apposita stazione di ricarica perché richiedono una potenza elevata. Le comuni prese domestiche o industriali non sono adatte perché non sono progettate per un carico continuo così elevato.

Corrente continua o corrente alternata? Il tempo di ricarica è decisivo.

Le stazioni di ricarica funzionano con corrente continua (DC) o con corrente alternata (AC). Esse si differenziano in base alla potenza (kilowatt, kW) e questo incide sulla velocità di ricarica. 

In casa sono per lo più utilizzate stazioni di ricarica a corrente alternata (AC) con una capacità di ricarica fino a 22 kW perché di solito si ha abbastanza tempo per caricare. Le stazioni di ricarica a corrente continua (DC) si trovano principalmente nelle aree pubbliche o nelle autostrade. Con una potenza di ricarica fino a 350 kW consentono la cosiddetta high power charging. In queste stazioni talvolta si fa una ricarica di energia per 100 chilometri in meno di 20 minuti.

Quanto tempo ci vuole per ricaricare l’80% di un veicolo elettrico?

  Renault Zoe R110  Škoda Enyaq IV60  Audi e-tron 50 quattro 
Capacità delle batterie 41 kWh
(80 % = 32,8 kWh)
58 kWh
(80 % = 46,4 kWh)
64 kWh
(80 % = 51,2 kWh)
Capacità di carica 
stazione di ricarica AC
22 kW 22 kW 22 kW
Capacità di carica 
veicolo AC
22 kW 11 kW 11 kW
Durata 1 h 30 min 4 h 13 min 4 h 40 min

 

Quanto tempo occorre per ricaricare un veicolo elettrico per 100 chilometri?

  Renault Zoe R110  Škoda Enyaq IV60  Audi e-tron 50 quattro 
Consumo 
elettrico/100 km*
17,2 kWh 17,6 kWh 21,7 kWh
Capacità di carica 
stazione di ricarica AC
22 kW 22 kW 22 kW
Capacità di carica 
veicolo AC
22 kW 11 kW 11 kW
Durata 47 min 1 h 36 min 1 h 54 min

 

Una o più stazioni di ricarica?

L’elettromobilità è in forte sviluppo. Vale pertanto la pena di verificare con esattezza la situazione di partenza con il proprietario. Se a lungo termine saranno necessarie diverse stazioni di ricarica, sarebbe opportuno prendere in considerazione una soluzione di sistema. In questo modo si può partire con un punto di ricarica e ampliare man mano l'infrastruttura in base alle necessità. 

Una stazione di ricarica

Per una singola stazione di ricarica con una capacità di carica di 22 kW occorre una connessione elettrica di 32 A e 3 ×400 V di tensione. A seconda dell'allacciamento alla rete nelle case multifamiliari sono possibili una o massimo due stazioni di ricarica (di solito da 60 A fino a 100 A) senza una soluzione di sistema. 

L'inquilino o il proprietario per piani di solito paga la propria connessione individuale (art. 712h, cpv. 3 Codice civile svizzero). Se in un secondo momento vengono richiesti ulteriori punti di ricarica è necessario un altro impianto di base per una soluzione di sistema e l'impianto iniziale diventa obsoleto.

Più stazioni di ricarica

Nel caso in cui fin dall'inizio è prevista più di una stazione di ricarica o se ne debbano aggiungere altre in seguito, occorrono un impianto di base e una soluzione di sistema. Quest'ultima predis­pone l'impianto elettrico per la elettromobilità. La soluzione di sistema svolgerà in seguito la ­gestione del carico e la fatturazione delle ricariche effettuate.

Le diverse fasi di ampliamento secondo il quaderno tecnico SIA 2060

Cosa deve poter fare una soluzione di sistema?

Non appena si vuole ricaricare più di un'auto è necessaria una soluzione di sistema, cioè stazioni di ricarica, gestione del carico e soluzione di fatturazione. La soluzione di sistema assicura che tutte le stazioni di ricarica ricevano sempre abbastanza energia e che l’allacciamento domestico non venga sovraccaricato. Inoltre, gli utenti dell'infrastruttura 
di ricarica pagano esattamente la sola elettricità che consumano.

Stazioni di ricarica compatibili e collegate in rete

Con le stazioni di ricarica nelle soluzioni di sistema è possibile ricaricare qualsiasi tipo di veicolo disponibile in commercio, mentre le wallbox dei produttori di veicoli non possono sempre garantirlo. Le stazioni comunicano inoltre tra loro e ­assicurano così la gestione del carico e la fatturazione dei costi dell'energia prelevata in funzione del consumo.

Autenticazione e soluzione di fatturazione

Se diversi utenti effettuano la ricarica in una o più stazioni di ricarica occorre una soluzione di autenticazione e fatturazione. In questo modo si possono registrare gli utenti in modo mirato e si può garantire l’identificazione. A seconda della soluzione di sistema vi sono diversi tipi di identifica­zione, per esempio tramite carte RFID o app per smartphone. Altrettanto importante è un conteggio accurato e chiaro dei prelievi di corrente di ricarica.

Gestione del carico

Il proprietario dell'immobile è responsabile della stabilità della rete all'interno dell'edificio. La ­gestione dinamica integrata del carico fa un uso ­ottimale della capacità esistente dell'impianto elettrico e previene il sovraccarico dell'allacciamento domestico o dell'infrastruttura di rete. La massima potenza disponibile viene distribuita ­uniformemente tra le diverse stazioni di ricarica, evitando così costosi picchi di carico.

«NeoVac E-Mobility» – la soluzione di sistema per infrastrutture di ricarica in immobili

«NeoVac E-Mobility» è l’infrastruttura di ricarica intelligente per i veicoli elettrici. Con la sorprendente gestione dinamica del carico integrata, è scalabile in qualsiasi momento e garantisce le massime prestazioni su tutte le stazioni di ricarica. Con la sua fatturazione basata sui consumi, «NeoVac E-Mobility» è pensato per le case plurifamiliari e gli areali.

  • Soluzione completa che comprende consulenza, pianificazione, esecuzione, gestione e fatturazione

  • Stazioni di ricarica altamente compatibili con ogni
    tipo di veicolo disponibile in commercio

  • Scalabile in base alle esigenze, con possibilità
    di espansione modulare

  • Gestione dinamica del carico integrata

  • Verifica con scheda RFID o tramite l’app
    «NeoVac myCharge»

  • Fatturazione trasparente dell’elettricità di ricarica, anche insieme a energia e acqua

«NeoVac E-Mobility Go!» – la soluzione completa per l’installazione e la gestione delle stazioni di ricarica

E-Mobility Go! è la soluzione integrale per le infrastrutture di ricarica in edifici residenziali e commerciali. I/le proprietari/e e l’amministrazione devono occuparsi esclusivamente della struttura di base. Gli/le inquilini/e e gli/le utenti ordinano la stazione di ricarica a NeoVac senza ricorrere a intermediari. Il pagamento del saldo avviene direttamente tramite carta di credito.

Pronti.
Partenza.
Go!

Facilitare la mobilità elettrica – con il modello di noleggio per utenti e inquilini.

Informazioni su «NeoVac E-Mobility Go!»

Avete domande o un progetto specifico? I nostri specialisti sapranno fornirvi informazioni sulla soluzione ottimale.

Scriveteci o telefonateci. Vi accompagniamo sulla strada verso il futuro dell'elettromobilità.

  • Signora
  • Signor
  • Divers